Salute Nutrizione Cucina

Il miele di Manuka utile in caso di ulcera gastrica

il miele di manuka




Uno studio scientifico sul miele di Manuka

Ulcera gastrica e il miele di Manuka

Il miele di Manuka è un miele uniflorale di colore scuro con molte attività farmacologiche naturali.

Questo miele deriva dall’albero di Manuka, Leptospermum scoparium, appartenete alla famiglia delle Myrtaceae, cresce in Nuova Zelanda e nella regione orientale dell’Australia.

A differenza della maggior parte dei trattamenti alternativi, esistono prove scientifiche e di supporto ai benefici terapeutici.

Molti studi scientifici hanno messo in evidenza un attività antimicrobica, antiossidante e la sua potenzialità per quanto riguarda la guarigione delle ferite.

Ha un acidità compresa tra  3,2 e 4,5, questa acidità ha dimostrato di promuovere la guarigione delle ferite, inoltre blocca gli enzimi che denaturano le proteine ​​e i peptidi.

Il miele ha poca umidità quindi attira l’acqua dalle cellule dei batteri.

I batteri hanno bisogno di acqua per crescere e sopravvivere senza acqua, conseguentemente muoiono.

L’alta concentrazione di zucchero nel miele quindi aiuta a proteggere le ferite.




Ulcera gastrica e il miele di Manuka

Nell’anno 2016 è stato fatto uno studio “Potenziale antiossidante, antinfiammatorio e anti-ulcera del miele di Manuka contro l’ulcera gastrica nei ratti”

L’equipe di ricercatori era coordinata dal biologo Saad B. Almasaudi e dal farmacologo Nagla A. El-Shitany

Questi ricercatori hanno provocato un ulcera gastrica con etanolo nei ratti e come farmaco di controllo hanno usato  il farmaco Omeprazolo.

L’alimentazione a breve termine del miele non ha determinato un aumento dei livelli di colesterolo HDL, rispetto ai livelli basali o ad altri trattamenti dietetici ed inoltre, la supplementazione a base di miele nei ratti non diabetici, non ha alterato le concentrazioni seriche di glucosio.

Questo miele ha significativamente ridotto l’indice delle ulcere, ha protetto completamente la mucosa dalle lesioni e conservato la glicoproteina della mucosa gastrica.

Uno studio recente ha rivelato che è un antiossidante e antibatterico più efficace rispetto al miele di acacia e al miele di carota selvatica, probabilmente a causa del suo alto contenuto di fenolo.

Studi recenti mettono in evidenza inoltre che Helicobacter pylori è suscettibile a questo miele, quindi può essere un valido aiuto in caso di ulcere, bruciori di stomaco e reflusso gastro esofageo .

SOSTIENI IL BLOG


Classificazione del miele di Manuka e metilgliossale.

Il miele esercita una funzione antimicrobica sulla base del suo abbondante contenuto di metilgliossale.

Il metilgliossale è stato approvato dalla ricerca scientifica per essere il composto chiave di questo miele.

Nello studio scientifico sull’ulcera gastrica e la concentrazione di metilgliossale era al 20.

Il miele di Manuka è etichettato con una classificazione unica del fattore Manuka (UMF).

Questo numero descrive i livelli di MGO.



L’intervallo per il punteggio UMF

Da 0 a 4: è presente una quantità non rilevabile

Da 5 a 9: sono presenti bassi livelli

10 – 15: sono presenti livelli utili

da 16 in poi : sono presenti livelli superiori e di alto livello

Più alto è il numero UMF, maggiore è il livello di questi composti.

Il massimo beneficio si ha utilizzando quello con un UMF alto.

@DrTraverso  titolare del  Copyright 2019

Disclaimer

 

 

Haddrell’s di Cambridge Manuka Honey contiene i composti unici e attivi trovati nel genuino e autentico miele di Manuka dall’albero del tè nativo della Nuova Zelanda,.

Un prodotto di altissima qualità utilizzando metodi sostenibili dal punto di vista ambientale.

 

Il Miele di ManukaIl Miele di Manuka
E le sue straordinarie proprietà curative naturali – Con prontuario terapeutico dalla A alla Z
Detlef MixCompralo su il Giardino dei Libri

 

Il naturopata Detlef Mix da molti anni promuove l’utilizzo di questo prodotto naturale per scopi terapeutici e in quest’opera ci presenta:

La storia dell’arbusto del manuka e del miele che ne deriva

Le proprietà antibiotiche di questo prezioso alimento e del principio attivo che lo distingue dagli altri mieli, il metilgliossale, che è contenuto in grandi quantità solo nel miele di manuka

I dati scientifici del suo uso terapeutico e i vantaggi per la nostra salute