Attualità

Il coronavirus Covid 19 e il Network Marketing

Covid 19 e il Network Marketing
   




Che rapporto c’è tra il Covid 19 e il Network Marketing?

Il coronavirus e il Network Marketing hanno qualcosa in comune?

Il Covid 19 è un virus che da gennaio 2020 sta colpendo tutto il mondo.

L’organizzazione Mondiale della Sanità l’ha classificato come pandemia e pertanto è una epidemia che tende a diffondersi molto rapidamente.

La maggior parte delle persone però non hanno ben chiaro questo concetto e questo porta a  sottovalutare la malattia.

 




Network Marketing

Il Network Marketing è un sistema piramidale dove le persone, grazie all’aiuto di altre persone, tendono a diffondere la vendita di un prodotto.

Prendiamo come esempio la vendita di un profumo

Luigi vende ad a Anna 1 profumo, il giorno seguente Anna vende a sua volta a Maria 1 profumo

Luigi nello stesso giorno vende  a Giovanni 1 profumo

Dopo due giorni Luigi, Anna, Maria e Giovanni vendono 1 profumo a Mario, Federica, Ilaria e Francesca.

Il terzo giorno abbiamo così che la rete si è ampliata in 8 persone: Luigi, Anna, Maria, Giovanni, Mario, Federica, Ilaria e Francesca.

Il quarto giorno avremo che queste 8 persone venderanno di conseguenza ad altre 8 persone il profumo.

Arriviamo così che quinto giorno 16 perone che vendono ad altre 16 persone il loro prodotto.

Questo è un esempio di vendita ora applichiamolo al virus.




Covid 19

L’esempio del Network Marketing o MLM richiede capacità di vendita e nello stesso tempo persone interessate che abbiano l’interesse e la disponibilità di acquistare il profumo .

Nel caso del Covid 19 condividere il virus è molto più semplice, non occorre capacità di vendita, la persona non deve mostrare interesse e non occorrono finanze per l’acquisto, solo il contatto con la persona portatrice ed il gioco è fatto.

Le persone vengono così infettate e, dato che c’è un tempo d’incubazione lungo, hanno la possibilità d’infettare più persone a loro insaputa nell’arco di 15 giorni circa.

Covid 19 e Network Marketing lavorano quindi in modo simile.

La differenza sostanziale è che, mentre il Network Marketing è sotto il nostro controllo perché sappiamo quante persone abbiamo contattato e quanti “profumi” abbiamo venduto, il propagarsi del virus non è sotto controllo e per di più a nostra insaputa. 

Le ondate successive del Covid 19

La pandemia se non viene controllata con il distanziamento sociale o arrivando al metodo estremo del Lockdown  continuerà a propagarsi.

Il Lockdown effettuato, nei primi mesi del 2020, in gran parte delle nazioni europee, ha ridotto i contagi, ma il virus è ancora attivo.

Oggi con la riapertura si torna a lavorare e si riprende la vita sociale, ma ecco vi sono nuovi segnali di aumento dei contagi.

In Spagna  i dati ci dicono che  8 giugno c’erano 167 nuovi casi d’infezione,  il 29 luglio 2031 casi.

Alcune persone posso dire: ma cosa sono 2031 casi su di una popolazione di  46,756,254 ?

Effettivamente i contagiati sono un numero irrisorio nei confronti della popolazione spagnola, ma queste 2031 nei  giorni antecedenti al 29 luglio quante persone hanno incontrato? quanti “profumi” hanno venduto?

Altri dicono che ogni giorno muoiono persone d’incidente stradale, infarto, ictus, tumori e quindi la mortalità del virus è trascurabile, certo anche questo  è vero, ma queste malattie non sono contagiose, il virus sì ed è questo che fa la differenza.

Il virus è attivo e ha un suo compito ed obbiettivo ben preciso, evolversi.

Debellarlo è molto difficile perché appartiene alle zoonosi e un futuro vaccino per il Covid 19 sembra un obiettivo lontano. 



@DrTraverso  titolare del  Copyright 2020

Disclaimer