Metaquantistica Informazionale (MQI)

La sede della memoria nella Metaquantistica

la sede della memoria



La sede della memoria

La sede della memoria è nel cervello?  dove vengono registrate le informazioni?

 

Le tecniche EMDR e PNL elaborano le emozioni usufruendo del il movimento oculare.

Il Dott Adam S. Greenberg dimostra la diretta connessione tra cervello, il meccanismo della visione e gli occhi.
Secondo il ricercatore non sono gli occhi a vedere, ma è il cervello che attiva l’attenzione per il meccanismo della visione ed è il cervello che decide a cosa prestare attenzione o ignorare.

Questo studio conferma la stretta relazione tra cervello, occhi e memoria.

“Memoria” è la capacità del cervello di memorizzare.

Le esperienze modificano le connessioni fra i neuroni (sinapsi), queste alterazioni permanenti sono il processo del meccanismo della memoria.

Altre tecniche non sono direttamente collegate al cervello o al sistema nervoso.

Somatic Experiencing,TuiNa, Shiatsu non agiscono direttamente sul sistema nervoso, ma sulla pelle o punti del corpo e l’Agopuntura stimola i punti dei meridiani, una rete che, nella realtà anatomica, non esiste.

Usando queste tecniche abbiamo ugualmente il rilascio delle emozione, senza sollecitare il sistema nervoso o il cervello. solo stimolando la cute o un muscolo.

 Microtubulo
Microtubulo




Come può avvenire tutto questo?

Per capire questo fenomeno dobbiamo approfondire la nostra conoscenza sulla cellula, il neurone, componente fondamentale del tessuto nervoso, il tessuto connettivale, le integrine e la matrice vivente.

La cellula e il neurone (cellula nervosa), sono composti da una membrana cellulare, al loro interno troviamo il citoplasma dove è immerso il nucleo, vari organelli e il citoscheletro.

Il citoscheletro è lo scheletro della cellula, costruito da microtubuli, filamenti di actina e filamenti intermedi.

I microtubuli sono composti da monomeri di tubulina e da varie proteine dette MAP che si associano ai microtubuli.

Sui microtubuli, di tutte le cellule, vengono scritte le informazioni in base a come si orientano i monomeri e alla posizione di legame delle MAP.

Non c’è un microtubulo uguale all’altro e su questi vengono memorizzate le informazioni di quando il microtubolo si è formato.

Quando la memoria o lo stato di coscienza è alterato i microtubuli vengono inibiti o alterati o non si formano.

Uno studio fatto su persone affette da Parkinson, mette in evidenza che le cellule, dello stato profondo della pelle, hanno i microtubuli alterati, quindi non solo i neuroni dopaminergici sono coinvolti nella malattia, ma anche le altre cellule.



Tessuto connettivale e integrina

Il recettore di superficie integrina collega le cellule con il tessuto connettivo. 

Il tessuto connettivale ricopre e mette in connessione ogni organo ed ogni sistema del corpo umano che è fuori dalla cellula.

La Matrice Vivente è la base di tutti gli essere viventi anche quando il sistema nervoso non esiste, ma è sempre presente se c’è il tessuto nervoso.

La Matrice Vivente è il sistema di comunicazione vibrazionale tra il citoscheletro, la sede della memoria e delle informazioni, e il tessuto connettivo.

Le cellule immerse in questa Matrice sono a stretto contato e quando viene stimolata una parte dell’organismo si stimola tutto l’organismo.




Metaquantistica Informazionale

Abbiamo così che le informazioni elaborate e riposte nei microtubuli delle singole cellule, per mezzo delle integrine si collegano al tessuto connettivale e la Matrice vibra le informazioni, in tutti gli apparati dell’organismo e non solo in quello nervoso.

Questa visione ed interpretazione della cellula non più come singola entità, ma entità connessa l’una all’altra, è la sede della memoria, che può essere condivisa e rievocata, ci riporta al concetto della fisica quantistica dove non esiste “l’oggetto”, ma il “punto”, è l’insieme di più punti che formano l’oggetto.

L’oggetto riceve e cede informazioni essendo connesso, al  “Tutto” dell’Universo .

Questa legge fa si che la cellula formi il corpo umano legando l’uomo all’Universo, in modo tale che non esista la forma isolata.

Il Theta Healing lavora sulla connessione all’energia del Creatore del Tutto per collegarci alla Memoria Universale.

 

(NB  Il testo italiano, ortografia e punteggiatura, non sono  perfetti perché sono adattati a Google Traduttore e Balabolka).

@DrTraverso   titolare del Copyright 2016

Disclaimer 

 

Fonte

Ingegnere Medico Serena Pani Ph.D

http://www.psy.cmu.edu/people/greenberg.html

http://www.parkinson.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2656

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC298233/

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12707046

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23484901