ascoltare l-acqua



Ascoltare l’acqua

Possiamo informare l’acqua?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima chiederci: cosa dice l’acqua?

Quali sono i metodi per ascoltare l’acqua?

Guardando il filmato di Luc Montagnier  “La mémoire de l’eau”  vediamo estrarre le frequenze del DNA, diluito omeopaticamente in acqua alla D:24 e queste vengono trasmesse da Parigi a Benevento grazie ad un file mp3 

Nella seconda parte, il Prof. Giuseppe Vitiello, a Benevento, dice: “facciamo ascoltare questa musica“   

cioè le onde digitalizzate, vengono riprodotte e fatte ascoltare ad un campione di acqua distillata dove dopo verranno introdotti nucleotidi di base ed enzimi.

“Questa musica” attiverà gli enzimi e farà si che i nucleotidi ricreino il DNA originale.

Questa musica” il nostro udito non riesce a percepirla, ma tutte le molecole d’acqua trasmettono in ogni istante, in ogni momento, in ogni parte del mondo, in tutto l’Universo, frequenze con informazioni.

onda 1




Nell’esperimento si possono vedere due tipi d’informazione: quella per “succussione”, per trasmettere le informazioni all’acqua, che viene diluita dalla D:1 alla  D:24  e quella d’estrazione  e poi d’informazione grazie ad un solenoide ed all’amplificatore di frequenze.

Le acque di Luce Bianca e le Vibrazionali emettono anche loro delle vibrazioni sottili queste vengono calcolate con il regolo Bovis.

Queste vibrazioni sono più alte delle vibrazioni dell’acqua che noi usiamo normalmente.

L’Acqua di Lourdes emette 22 mila Bovis, l’acqua del fiume Giordano 19 mila Bovis, il Gange 18 mila Bovis, l’acqua del pozzo di Zam Zam 20,5 Bovis.

Le vibrazioni dell’acqua si possono convertire in musica o informazione frequenziali, basti pensare ad una cascata o al mare in tempesta che s’infrange contro una scogliera o, infrasuoni, che l’orecchio umano non percepisce perché al di sotto dei 20 Hz, ma che il nostro cervello le può captare se vengono riprodotte come toni binaurali. 

Frequenze sonore che possono influire sul nostro stato d’animo stimolando emozioni positive o negative.

Le frequenze dell’acqua le possiamo catturare anche con il laser, come quando usiamo lettore di un CD per ascoltare la musica.

La dimostrazione la potete leggere nell’articolo “Acqua, ologramma e informazione” e vedere le analogie della foto dell’acqua distillata di Masru Emoto con la foto del elettrone dell’atomo d’idrogeno fatta al microscopio quantistico eccitato dal laser.

L’acqua e il suo componente principale l’idrogeno, si comportano come un ologramma, formando onde concentriche e mantenendo sempre l’informazione anche se viene diluito più volte.


Ascoltare l’acqua

Come avvengono le vibrazioni dell’acqua?

Come può vibrare la molecola dell’acqua?

Se guardiamo la formula dell’acqua vediamo che la molecola d’ossigeno è legata a due molecole d’idrogeno.

Il legame O – H ha una lunghezza di 0.958 Å°e l’angolo formato tra i tre atomi è di 104,5 °

Le due molecole d’idrogeno formano così i bracci o rebbi di un diapason e allo stato liquido le molecole di acqua sono in continuo movimento.

diapason acqua



L’acqua è informata, ha una sua memoria, questo però non interessa alla scienza, non la considera, la ignora, perché gli esperimenti sono troppo semplici, poco costosi, privi interesse scientifico, non brevettabili.

La scienza ha bisogno di certezze, verifiche, riproducibilità, ma perché un esperimento per avere un valore scientifico deve essere riproducibile?

Siamo sicuri che sia stato inventato tutto che può riprodurre un evento o è la ricerca scientifica che ha i suoi limiti ?

Gli scienziati riescono a produrre un fulmine?

Si, con il generatore Van de Graff.

Uno è uguale all’altro?

Producono il vero fulmine che si genera nelle nuvole?

No?

Quindi se non è riproducibile, il fulmine, è un evento fisico che non ha  validità scientifica?

Il fulmine, in sostanza, è solo il prodotto,………..d’acqua fresca!

 

@DrTraverso   titolare del  Copyright 2018

Disclaimer

Plugin Kapsule Corp

error: Content is protected !!